Voglia di cambiare il mondo una paillettes per volta

oda primavera estate 2016 www.qui.press

Voglia d’estate, voglia di cambiare! Anche la moda non fa eccezione e, anche quest’anno, ha un must osare! O-S-A-R-E

 

Non è così facile. Il cambio di stagione può trasformarsi in una vera e propria crisi esistenziale. Se poi, a questo, si aggiunge un tempo ballerino e qualche chilo di troppo è il panico. Che fare? Un palliativo molto praticato quando lo stato d’animo non è dei migliori è lo shopping. Insoddisfatte, vaghiamo nei negozi alla ricerca di qualcosa che può darci un po’ di felicità. Può essere un vestito, un accessorio o un rossetto. Tutto va bene purché tolga quel senso di tristezza che accompagna il cambio di stagione. Attenzione! Prima di dilapidare il conto corrente per ritrovarci con cose che non metteremo mai o che già abbiamo, fermiamoci, riflettiamo e poi andiamo a colpo sicuro. Meglio nella boutique dove ci conoscono bene o in un negozio dove le commesse non se la tirano come modelle e sanno consigliare per il meglio.

Chanel RF15 0472

 

Chanel RS16 0427

  La moda passa lo stile resta (Coco Chanel)

Dunque, prima di tutto, fate il cambio di stagione. Solo così saprete cosa avete, cosa volete recuperare e cosa proprio non vi va più a genio. Poi cercate di intercettare le tendenze di stagione. La moda ripropone sempre gli stili che furono rinnovandoli. Per questo è sempre bene non buttare via niente e conservare i capi più particolari. Prima o poi torneranno di moda. E dato che, fino a qualche anno fa i capi di pronto moda erano confezionati molto bene, con tessuti buoni e linea curate, a voi non resta che riprovarli e indossarli. Se rientrate nella taglia, metteteli e siatene orgogliose. Non sarete vintage ma glam, molto glam!Cavalli qui.press

Versace qui.press

Le collezioni per la primavera estate 2016 in questo vi aiutano. Perché? Intanto perché riscoprono le linee tipiche della fine degli anni Ottanta con una strizzata d’occhio per i tailler degli anni Sessanta. Volete una prova? Via i pantaloni a vita bassa e sì a quelli a vita alta o ai fuseau stampati ma sempre a partire dall’ombelico come ha proposto Roberto Cavalli. Questo lo ritroviamo anche negli shorts, nei jeans e nelle gonne. Poi il pantalone largo e jeans più trendy sono a zampa di elefante. Lo stile cow girl e l’hippy floreale non tramontano mai e danno un fascino snob anche alla più ingessata delle nostre fashion victim. Altra cosa che sembra molto di moda sono i fiocchi. Ce li hanno proposti per la primavera in tute le salse, sui vestiti e soprattutto sui top, fiocchi che diventano cinte, fiocchi che si mettono sulle scarpe, xche adornano i capelli e soprattutto fiocchi enormi sui vestiti.

Per essere insostituibili bisogna essere unici 

 

Schouler

Per chi ama lo stile retrò uno sguardo a Chanel con suoi tailler rosa che sono  il top del bon ton. Altra novità è il plissè. Dimenticato da qualche anno, torna alla ribalta soprattutto nei pants, nelle maniche dei vestiti o nelle gonne. Chi invece vuole uno stile più savana city dovrebbe ispirarsi a Versace che ha proposto deliziose sariane verde militare. Come indossarle? Semplicemente con belle gambe curate e…lunghe. Le più estrose potranno ispirarsi alo stile flamenco e puntare su gonne con ruche e balze. Se poi avete bellissimi completi di lingerie che non indossate la notte, beh, mettetele di giorno come veri e propri abiti fatti di pizzo e ricami. Infine, via libera alle frange dappertutto, sulle gonne, sulle borse e persino sui pantaloni. Non c’è che l’imbarazzo della scelta e se non sapete cosa scegliere per quel appuntamento cui tenete tanto, non preoccupatevi e ricordate le parole di Oscar Wilde “di moda è quello che indossiamo noi, fuori moda è quello che indossano gli altri.

Versace RS16 4188Chanel HC RS16 0758

L’eleganza non è farsi notare ma farsi ricordare (Giorgio Armani)

 

SHARE ON

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento...

1 Commenti

  1. Me dull. You smart. That’s just what I needde.

     

Chiamaci al

LA TUA PUBBLICITÀ’ QUI

Nuovi articoli via email