Salsomaggiore Terme

Spazio pubblicità

C’è una ragione più che valida per scegliere una vacanza piuttosto che un’altra. Questo motivo è la salute

In un periodo tra i più neri della nostra epoca, pensare alla cura della persona non è un optional ma un dovere. In Italia, la natura aiuta molto. Dal Trentino fino alla Sicilia passando per l’Emilia Romagna e la Toscana, le nostre regioni dimostrano di essere ricche di acque termali e Spa ciascuna con proprietà termali ed organolettiche specifiche e curative. Noi siamo andati in uno dei centri più famosi d’Italia: Salsomaggiore Terme sulle colline emiliane a pochi kilometri da Parma e Fidenza. Il piccolo paesino ti accoglie con il suo verde, l’imponente Centro Termale Berzieri i suoi parchi storici e l’accoglienza affabile tipica degli emiliani. qui.press, terme berzieri, maria cristina mancini

Tantissimi hotel, di cui molti chiusi, dimostrano il fasto che la cittadina termale ha avuto fino a qualche anno fa. Eppure, la scelta di alberghi prevalentemente a tre stelle non manca. Noi siamo capitati all’Hotel Roma, una struttura che potrebbe, a ragione, dirsi di categoria superiore, gestito in maniera mirabile dal proprietario Marco, con il personale sempre pronto a soddisfare le esigenze dei clienti e un servizio ristorazione da Chef stellato. Le sorprese in hotel non mancano, dalla serata con musica dal vivo, agli aperitivi in centro fino alla cena emiliana. Insomma, di tutto di più, considerando che il riposo e la tranquillità a Salsomaggiore sono d’obbligo.

Spazio pubblicità

Perché venire a Salsomaggiore invece che in altre località?

Non più per le Miss Italia, concorso che fino a dieci anni fa aveva scelto come sede della finale nazionale proprio la cittadina termale, ma le proprietà curative delle sue acque. Sono acque salsobromoiodiche cioè a base di cloruro di sodio, iodio e bromo, ipertoniche fredde tra le più ricche di Sali minerali in natura. Sono estratte a una profondità tra gli 800 e i 1200 metri a una temperatura di 16/17° e a una densità di 14° Baumé (1° Baumé corrisponde a circa 11 grammi di sale per litro) e contengono circa 151 per mille di residuo fisso di Sali disciolti alla temperatura i 180°. qui.press, massaggi, maria cristina mancini

Queste caratteristiche rendono le acque ricche di proprietà benefiche in campo medico. Con le acque di Salsomaggiore si ottiene anche un fango termale ricchissimo di sostanze minerali che viene lasciato maturare per due anni nelle acque termali per essere utilizzato nelle applicazioni curative di supporto al bagno.

qui.press, salsomaggiore fanghi, maria cristina mancini

Cosa curare a Salsomaggiore?

Artrosi, postumi di fratture, periartriti, tutte le patologie osteoarticolari ove è presente una spiccata rigidità articolare e funzionale e determinate malattie ginecologiche. Le terme sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale e i medici nelle strutture termali predispongono la visita di checkup up per le diagnosi artroreumatiche, respiratorie, flebologiche e di sordità dietro prescrizione medica di base.  Ampio risalto viene dato alla riabilitazione con pacchetti di abbonamenti molto convenienti che comprendono massaggi anche subacquei, linfodrenaggio, percorsi vascolari, tecar, laser, kinesiterapia, rieducazione fisioterapica e palestra rieducativa.

Dove andare?

Le terme principali ma non le uniche sono due: il Centro termale Zoja e Berzieri. Le prime sono esclusivamente dedicate alle cure mediche, le seconde, per magnificenza architettonica, meritano una menzione speciale e sono adibite all’estetica. Il Centro Benessere Berzieri è il simbolo del termalismo europeo e un mirabile esempio di edificio Art Déco progettato dagli architetti Ugo Giusti e Galileo Chini fu inaugurato nel 1923. 4000 metri quadri di soffitti affrescati, specchi, vetri, marmi degni più di una reggia che di un centro termale.

terme-berzieri2-tagliata

In effetti, all’epoca era frequentato dalle teste coronate di tutta Europa, la Regina Madre, il Duca degli Abruzzi, l’Infante di Spagna e l’ex Re Costantino di Grecia. Oggi nel centro si fanno trattamenti anticellulite, bagni aromatici, Tepidarium Oriente e al profumo di Lavanda, Laconicum Tropici, Frigidarium Polo, percorso Kneipp e poi la c’è la parte acquatica Mari d’Oriente. Un’esperienza da vivere per sentirsi come coccolati come la principessa Sissi.

qui.press, parmigiano, maria cristina mancini

Caratteristica di Salsomaggiore è che fin dal 1920 c’è un Istituto Chimico dove avviene l’estrazione e la disidratazione dello iodio. Si produce una pregiata qualità di sale alimentare e degli ottimi prodotti cosmetici, creme, sali e oli, una linea cosmetica da beauty farm  acquistabile anche online.

A Salsomaggiore c’è molto da scoprire. Dalla piscina coperta di acqua termale, al Palazzo dei Congressi, dalla Palazzina Warowland al Giardino botanico Gavinell. E poi i castelli nei dintorni, Vigoleno, il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino, quello di Tabiano. Infine le degustazioni dei prodotti tipici, Parmigiano, prosciutto, vino e miele. Insomma, Salsomaggiore è da scoprire e godere!

Spazio pubblicità
 

SHARE ON

Ti potrebbe piacere anche...

C’era una volta…...

  “Sulla linea diffusa e vaporosa dove ...

Natural Body Building for W...

Natural Body sempre… Ci avevano abituato a v...

Crostata alla Roby

Come fare la crostata alla Roby per le regine che ...

Lascia un commento...

Lascia una risposta

Per INFO e ADV… chiamaci al

T-Shirt & Libri

Spazio pubblicità

Nuovi articoli via email

Newsletter

Cerca nel sito

Spazio pubblicità